Le 10 scuse che un canottiere dice per andare ad allenarsi

«Ti prego non mi uccidere, lo sai che ti amo baby. Non ti volevo lasciare, non è stata colpa mia. Dico sul serio. Ero rimasto senza benzina, avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere il taxi! La tintoria non mi aveva portato il tait, c’era il funerale di mia madre, era crollata la casa, c’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette!». Sono passati più di trent’anni, ma il John Belushi di Blues Brothers (1980), che davanti a un’inferocita Carrie Fisher inanellava una serie di assurde scuse è rimasto una pietra miliare nell’immaginario collettivo maschile.

carrie-fisher-as-mystery-woman-in-the-blues_zaXoC10

 Un vero esempio cui ispirarsi, soprattutto nell’arte del remo dove schiere di coraggiosi atleti combattono una battaglia impari con le rispettive dolci (?) metà per riuscire ad andare ad allenarsi. Purtroppo, pur essendo un fan della verità, ho capito che l’universo femminile non è ancora pronto per accettarla, soprattutto se si tratta di remare. Eccovi quindi le 10 migliori scuse che un canottiere può rifilare alla propria compagna per andarsi ad allenare.

Le 10 scuse per andare ad allenarsi

1) «Tesoro è successo che ieri, dopo la pausa pranzo, ero così distratto che mi sono dimenticato di tornare in ufficio. Così, stasera mi devo trattenere fino a tardi per recuperare. Mi porto la borsa della palestra solo perché mi hanno detto che mi faranno sudare!».

Canottiere-sorpreso

2) «Amore, ma cosa ti salta in mente, non sto andando ad allenarmi! Stai tranquilla, vado dalla mia amante. Stasera dobbiamo provare le posizioni del kamasutra dalla 1 alla 37, quindi tornerò molto tardi e tutto sudato».

sudato

3) «Perché sto andando in ufficio indossando il body da canottaggio? E’ una nuova policy aziendale: il venerdì casual. Si lo so che oggi è solo martedì, ma ho deciso di portarmi avanti con il lavoro per impressionare il mio nuovo capo».

fitness-fails-workout-man

4) «Ma certo che non sto andando ad allenarmi. Pensavo di andare in giro per negozi fino a tarda sera per cercare il tuo regalo di compleanno. Sì lo so che è fra sei mesi, ma preferisco non correre rischi inutili».

training

5) «Stasera farò tardi. Sono stato fermato dai carabinieri per eccesso di velocità. Però, l’agente che mi ha controllato la patente si è ricordato che aveva fatto il militare con me e quindi andiamo a bere qualcosa tutti insieme. Sì, lo so che sono stato riformato, ma preferiresti che tornassi a casa con una multa e cinque punti in meno sulla patente?».

Angry-rower

6) «Perché sono tornato a casa così in ritardo? E che di solito in ufficio mi faccio sempre dire l’ora, meno un’ora di anticipo per compensare eventuali ritardi. Come facevo a immaginare che proprio stasera c’era un collega nuovo che mi avrebbe detto l’orario giusto?»

uomo-in-ritardo

7) Perdona il ritardo abissale, ma non riuscivo proprio a trovare parcheggio. Ah, abbiamo il garage da cinque anni? Com’è che in questa casa devo sempre essere l’ultimo a sapere le cose!».

Canottiere-perplesso

8) «Perché sono in ritardo? Sono andato a tagliarmi i capelli. Sì, lo so che sono completamente calvo dal 1986, è che ogni tanto ho voglia di credere all’impossibile. Tu no?»

causes-of-hair-loss-in-men

9) «Accidenti che serata. Appena uscito dall’ufficio sono stato sequestrato da un gruppo di scalmanati, una specie di setta satanica, e costretto a remare per ore contro la mia volontà. Per fortuna, sono riuscito a liberarmi e a scappare. Ti vedo scettica, ma purtroppo queste cose succedono di continuo».

Ben-Hur

10)  «Guarda amore non ci crederai mai a quello che mi è successo, quindi è inutile che ti stia a raccontare nei dettagli. Tu vedila come ti pare, ti dico solo che io tre ore fa sono morto».

Remoergometro-(2)

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Diventa fan su Facebook!

More from Giuseppe Lamanna

Non bastano due per fare una coppia

Odio il lunedì. E’ il giorno peggiore per iniziare la settimana. Non so...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *