10 cose che ho imparato stando seduto sul remoergometro

Secondo il commediografo greco Aristofane, il saggio impara molte cose soprattutto dai suoi nemici. Proprio per questo motivo, un canottiere non riuscirà mai a trovare un insegnante migliore del suo eterno e più temibile rivale: il remoergometro.

erg

Sembra un paradosso, in effetti lo è. Tuttavia, l’infernale attrezzo ci fornisce lezioni ogni volta che ci accomodiamo sul suo carrello. L’importante è fare tesoro di queste nuove conoscenze, per evitare di commettere una seconda volta gli stessi errori. Eccovi le 10 cose che ho imparato stando seduto sul remoergometro.

Remoergometro: 10 cose che ho imparato

1) Su un lavoro di trenta minuti, la parte più dura sono gli ultimi 29.

soffrire

2) Il muro dei 2.00 minuti di media sui 500 metri è in cemento armato.

Display

3) Adesso sono in grado di percepire la presenza di un remoergometro a km di distanza.

stanco

4) Quando faccio i pesi non sono spaventato dai kg. che mi accingo a sollevare, ma dal remoergometro che mi osserva da dietro. E faccio bene ad avere paura…

Sollevatore-pesi

5) Soffrire è accettabile. Dare di stomaco è accettabile. Cadere e strisciare sono accettabili. Persino piangere lo è. Arrendersi, no!

gara

6) Quando sono sull’infernale attrezzo passo più tempo a fare equazioni con i numeri del display che a remare.

display2

7) Il remoergometro è un mezzo di trasporto ecologico, in quanto il suo carburante è il nostro sudore e dolore fisico.

sudore

8) C’è chi è ottimista e si illude, e chi sta sul remoergometro e non può più fare nemmeno quello.

Remo-lago

9) Puoi essere forte quanto ti pare, non mi importa. Se ti siedi sul remoergometro accanto al mio, la risposta è: sì, stiamo per gareggiare.

Rowing-gara

10) Posso metterci tutto l’impegno, la voglia e la forza che ho. Ma alla fine, vincerà sempre lui!

Vinco-sempre-io

Diventa fan della pagina su Facebook!

Iscriviti alla nostra newsletter

More from Giuseppe Lamanna

Canottaggio: cosa ho imparato, cosa imparerò

Ci sono momenti nella vita di un canottiere in cui è necessario fermarsi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *